Comuni, Province, Città Metropolitane e Regioni

Gli Enti Locali

"La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Province, dalle Città metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato" recita l'articolo 114 della nostra Costituzione elencando gli enti locali che creano il tessuto dell'Italia.

La nazione è una sorta di rete formata da cellule che si uniscono fra loro a creare unità, via via più complesse fino ad arrivare allo Stato, con i diversi livelli in relazione tra loro sulla base del principio di sussidiarietà, un principio che regola la vita sociale fin dall'antichità e che in anni recenti ha ispirato un'importante riforma costituzionale.

Pur correndo il rischio di eccessiva semplificazione, si potrebbe definire la sussidiarietà come l'intervento da parte del livello superiore in favore di quello inferiore nel caso in cui quest'ultimo non abbia i mezzi per operare in maniera adeguata.

Ciò significa che in risposta ai bisogni dei cittadini si attivano le amministrazioni locali ad essi più prossime, ad esempio il Comune di residenza e, solo qualora l'amministrazione locale non sia in grado di offrire standard di efficacia ed efficienza adeguati, entra in gioco il livello superiore.

Tale principio è stato recepito nel nostro ordinamento con la riforma costituzionale del 2001, la quale è intervenuta sull'articolo 118 della Costituzione introducendo anche i principi di adeguatezza e di differenziazione.

La revisione costituzionale del 2001, ratificata da un referendum popolare, ha introdotto significative novità nell'ordinamento degli enti locali e, a detta di molti, rappresenta il punto d'inizio di una trasformazione della nostra forma di stato verso un sistema federale.